COME CAMBIERÀ IL LAVORO DEL FUTURO

COME CAMBIERÀ IL LAVORO DEL FUTURO

I cambiamenti in atto nell’economia globale stanno portando non solo allo sviluppo di nuove competenze e professionalità nel mondo del lavoro ma anche alla creazione di nuove dinamiche lavorative, cambiamenti negli orari di lavoro e nelle tipologie contrattuali.

L’emergere di nuove occupazioni, l’invecchiamento di gran parte della popolazione lavorativa e la mancanza di personale con le competenze necessarie a svolgere le mansioni più richieste dal mercato ha scatenato oggi la cosiddetta guerra dei talenti. Ne abbiamo parlato nel precedente articolo a proposito delle competenze chiave che oggi deve avere la funzione risorse umane vedi qui

Una serie di studi ritengono che il lavoro del futuro renderà obsoleto il principio delle famose 40 ore settimanali e si accentuerà il concetto di responsabilità e impegno dei dipendenti supportato però da maggiore flessibilità contrattuale.

Le aziende, soprattutto nei servizi, andranno sempre di più verso la necessità di una operatività continuata nell’arco delle 24 ore al giorno sette giorni su sette, dodici mesi all’anno. Questo incremento di impegno globale sarà però controbilanciato da un aumento della flessibilità in grado di bilanciare lavoro e vita privata. Molte aziende già stanno sperimentando forme di flessibilità contrattuale. In alcune realtà non viene chiesta ai dipendenti alcuna giustificazione in caso di assenteismo purchè gli stessi dipendenti siano in grado di dimostrare di saper portare a termine e con efficacia i compiti e gli obiettivi assegnati.

In altri termini il lavoro del futuro sta evolvendo anche in settori più tradizionali verso una concezione più manageriale del posto di lavoro dove i lavoratori sono chiamati a gestire e bilanciare con efficacia ed efficienza risorse diverse come il tempo personale, il tempo aziendale, gli obiettivi di produttività e le aspettative della propria organizzazione.

E’ ormai consolidato un fatto. Il lavoro del futuro cambierà profondamente per effetto delle nuove tecnologie. Il lavoro del futuro cambierà non tanto per effetto dei cambiamenti nelle mansioni specifiche quanto per la capacità dei lavoratori di aggiornarsi e tenere il passo con le nuove tecnologie che si rinnoveranno a ritmi frenetici. In alcuni settori ciò che si è imparato 6 mesi prima potrebbe non essere più valido 6 mesi dopo.

Ciò che cambierà nel lavoro del futuro sarà soprattutto il cambiamento radicale della mentalità. Il passaggio da una mentalità statica ad una mentalità costantemente sintonizzata e preparata ad apprendere.

 

Articolo redatto a Cura dell’Ufficio Marketing Mavi Consulting. ® Riproduzione riservata.

Inserirci la tua migliore mail e gratis per te 3 ore di bonus sulla nostra piattaforma FAD per i tuoi dipendenti

box
Vuoi ricevere altre info?

Se non hai trovato, tra i corsi del nostro catalogo, quello che fa per te, non preoccuparti  contattaci e troveremo la soluzione giusta per te!

RICHIEDI INFORMAZIONI SE VUOI CONOSCERE LA FORMAZIONE MA.VI.